Skin ADV

Castagner fa 78, Claudio Sampaolo scrive: ecco cosa faceva con noi cronisti (FOTO)

 

Auguri Ilario
Al mio amico Mario Mariano non sfugge mai nulla, così ci ha provvidenzialmente ricordato che oggi Ilario Castagner compie 78 anni.

Su di lui potrei scrivere una enciclopedia, mi limito a dire che devo a Ilario tutto quello che so di calcio, me l’ha insegnato nei primi sette anni delle nostre rispettive carriere, prima negli spogliatoi del Santa Giuliana poi in quelli del Curi, dove ospitava noi cronisti e ci spiegava tutto: quali erano stati gli errori della sua squadra, come preparare la partita del turno successivo, i movimenti, gli schemi. Se osservate bene questa vecchia foto in bianco e nero dell’estate 1978, vedrete qualcosa di inconsueto per il calcio iperprofessionale e ipernoioso di oggi: il sottoscritto che sbircia dal taccuino del vice allenatore Giampiero Molinari i dati sul testi di Copper, che si faceva all’inizio della preparazione per testare tutti i calciatori. Lì c’ero io tra Macini, Luchini, Ilario, Dal Fiume (si vede appena la testa dietro a me), Molinari e Paolo Rossi. Sullo sfondo anche il dirigente professor Morganti.

Dicevo delle tante cose che mi/ci ha insegnato Ilario. Ne cito alcune, apparentemente secondarie, che sono indelebili, almeno per me:
1) Calci d’angolo e punizioni laterali vanno tirati da un destro da sinistra e un mancino da destra, perché la palla, con quella traiettoria a rientrare è più difficile da respingere per i difensori, mentre basta un tocco qualsiasi e ci può scappare anche un autogol. Due esempi distanti quasi 40 ani: il gol di Pablito Rossi alla Juve (punizione di Daniele Tacconi, mancino, da sotto la tribuna) e l’autogol di Simy (Crotone) su punizione di Falasco:
2) Nei corner contro bisogna mettere tre uomini veloci sulla linea metà campo, per costringere gli avversari a bloccare 3-4 giocatori in marcatura. Con meno gente in area anche il portiere è facilitato nelle uscite.
3) Per costruire una buona squadra bisogna partire dalla spina dorsale: portiere, libero (oggi centrale difensivo), regista, centravanti. Azzeccati questi quattro sarà tutto più facile.
Potrei andare avanti a lungo con altri cento punti, ma basta così. Auguri Ilario! (Claudio Sampaolo)

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545