Skin ADV

Stadio, Santopadre chiede la proroga della convenzione: ecco perche il progetto nuovo Curi ancora non parte (FOTO)

 

"La scorsa settimana ho incontrato il Sindaco per parlare della convenzione dello stadio che è in scadenza, chiedendo la prorogra per cinque anni per lavorare con maggiore tranquillità e magari poter fare qualcosa in piu per l'impianto. Cosi Massimiliano Santopadre a "La Nazione" intervistato da Michele Nucci e Francesca Mencacci.

Santopadre cauto dunque sul nuovo Curi, sebbene da piu parti ci sia pressing per arrivare ad un accordo. La posizione del presidente del Grifo è però giustificabile. Senza convenzione il club dovrebbe teoricamente rinunciare al contributo del Comune, di circa 250 mila euro annui per le operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria previste dall'articolo 7 della convenzione stessa.

Inoltre, dovesse arrivare l'accordo di ristrutturazione globale  del Curi, il club dovrebbe accollarsi (e lo farebbe in parte anche il Comune) una rata di rimborso che nei mesi scorsi era stata quantificata in 5-600 mila euro annui per venti anni. Non una cosa da poco. Infatti il presidente, oculato com'è, sta ragionando fitto fitto su come  far fronte a questo investimento.

Rendere il club ancora piu virtuoso è la risposta piu semplice, ma come? Fare mercato, con la politica degli ultimi anni, è una strada, ma presuppone quanto meno il mantenimento della categoria. Per questo che  Santopadre vuole rinnovare la convenzione, che  gli permetterebbe di affrontare con maggiore tranquillità la fase progettuale e avere piu chiaro il rapporto costi-benefici

Se è vero come è stato scritto che il nuovo Curi verrebbe coperto con la realizzazione di nuove torri in stile "Marassi" è facile prevedere che il numero degli spettatori potrebbe aumentare. Ma tutto questo non è scritto e anche se ciò si verificasse potrebbe non bastare.

Vi ricordate l'idea del centro commerciale Curi? I ragionamenti di Gaucci poggiavano  sulla completa riqualificazione architettonica e sull'attrattività, anche in termini commerciali,  che avrebbe avuto il futuro impianto. 

Immaginiamo che Santopadre stia ragionando su questo, fare il passo piu lungo della gamba non è da lui. E fa bene.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545