Skin ADV

PUNTO: Il paradosso del Perugia (FOTO CERQUIGLINI)

 

 

Il Perugia è così. C'è poco da fare.Ormai da qualche tempo Nesta ripete la stessa frase, per convincere gli altri e forse anche per convincere se stesso. 

Dopo mesi passati a tentare di correggere gli errori – sempre gli stessi – che facevano prendere gol e perdere punti, l'allenatore sembra essere arrivato ad una conclusione:  il  Perugia è così, c'è poco da fare. Come i tifosi, anche il tecnico è sulle montagne russe e questo non gli piace.

Paradossale  quello che sta succedendo in questo 2019, con il Curi diventato terra di conquista e il Perugia a sua volta conquistatore nelle trasferte. 

Ancor più paradossale se si pensa che la squadra in teoria sarebbe stata costruita prevalentemente per condurre il gioco non il contrario . E invece si ritrova a dare il meglio di sé proprio nel fondamentale da trasferta: il contropiede

Questo perché Nesta è stato bravo a non estremizzare il concetto di partenza dal basso (anche grazie alla presenza di Sadiq che si butta sulle palle lunghe) , ben sapendo però che     se la sua squadra  la butta sulla difensiva il gol prima o poi arriva.Ecco perché l’altra sera a Venezia sosteneva che “questo è”.

In teoria tutto sarebbe utile in funzione del prossimo campionato: con qualche aggiustamento il Grifo di oggi potrebbe diventare davvero una bella squadra.Ma questo è un altro argomento.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545