Skin ADV

Cosmi: Mia ossessione è il Palermo, certi dirigenti quando ti chiamano si intortano... (FOTO)

 

QUESTE LE PAROLE DI SERSE COSMI IN FASE  DI PRESENTAZIONE COME NUOVO ALLENATORE DEL VENEZIA:

"Grazie per l'Accoglienza, grazie per le parole del presidente: il mio inglese è pietoso, mentre il suo italiano molto buono. Lo ringrazio per la fiducia. Saluto Walter (ndr Zenga) che conosco, riconosco in lui una persona sensibile e comprendo suo stato d'animo, spero di poter proseguire il suo lavoro magari con un pizzico di fortuna in più.

Trapani e Ascoli erano situazioni diverse,  a Trapani è stato raggiunto qualcosa di straordinario anche se non  nel risultato, ringrazio Ascoli per avermi fatto vivere un'emozione meravigliosa vissuta alla fine. Ho visto diverse partite, ultima quella  con il Perugia. Conosco qualche giocatore come Citro e Lombardi, altri come Domizzi e Bentivoglio li ho affrontati da avvversari.

A undici giornate dalla fine posso dire che lavorerò senza stravolgere le cose, sarei un folle se lo facessi. Manca il tempo e allora saremo costretti a preparare partita su partita lavorando solo su quella partita. Da ieri la mia ossessione è pensare al Palermo.

Vorrei togliermi di dosso come quel ruolo di capo della protezione civile, l'ottanta per cento degli allenatori lavorano in condizioni di difficoltà. Mi sarebbe piaciuto rientrare prima, ma adesso c'è poco ma tanto per rifarsi da una  lunga attesa. Il mio staff meritava di lavorare subito, anche se nella normalità probabilmente avrei lavorato da subito. Ma l'Ascoli aveva cambiato la società, era legittimo che cambiassero l'allenatore.

Al telefono non c'era la volontà di cambiare tanto per cambiare, non era un colloquio conoscitivo come fanno  certi dirigenti che si intortano e non capiscono nemmeno loro stessi. Con Fabio Bazzani abbiamo parlato di tutto,la sua carriera è legata alla mia

Questa rosa , al di là delle difficoltà , ha il valore di poter giocare con diversi sistemi di gioco. Il sistema di gioco ha un valore quando si attiva un sistema di atteggiamento e di consapevolezza delle proprie capacità. Spesso a luglio si mette davanti l'aspetto tattico, ma questo aspetto non è centrale.

La sensazione è che nessuno ha voglia di mollare, anche il Psdova che è ultimo. E' un campionato più cortp , ma fare un filotto di risultati in un campionato a 19 ti da piu garanzie. Le giornate di riposo saranno determinanti, specialmente nelle ultime gare dove tutti faranno i calcoli. Per fortuna il Venezia ha già riposato. Citro ha delle qualità tecniche importanti, era stato pescato dal direttore Faggiano in Serie D, era considerato e ci mise dentro il fuoco. Giocava con Coronado e Petkovic,  Torregrossa stava in panchina. 

Chi mi conosce sà che non faccio appelli ai tifosi, che ora forse sono scontenti. Il tifoso non fa sacrifici, perche va allo stadio per la squadra, perche completa una cosa che da un senso alla settimana. Cerchiamo di fare prestazioni in linea,  dobbiamo assumerci delle responsabilità se la squadra non si comporterà come si aspettano i tifosi. Abbiamo tre gare in casa su quattro, il campionato propone sempre soprese, ultimo caso a Livorno lunedi. Noi sappiamo delle ambizioni del Palermo, questo per me è un vantaggio. Palermo non sarà una gara interlocutoria, sarebbe follia. Sarà una partita difficilissima ma dobbiamo tirare fuori il massimo, se la considerassimo così l'avremmo già persa.

Forse la stagione scorsa ha un pò illuso che bastasse meno dopo l'anno scorso; a volte,  e anche a Trapani è successo, ad alcuni giocatori basta poco per poter cambiare nettamente il proprio rendimento. Dobbiamo essere uniti, se ci sarà questo il compito sarà meno difficile.

Il mio staff sara composto da Fabio Bazzani mio vice, da Manuel Di Maria preparatore atletico e  Salvatore Pollino collaboratore  tecnico che l'anno scorso è stata piacevole sorpresa che ho incontrato ad Ascoli l'anno scorso"

 

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545