Skin ADV

VOLLEY: Sir, è grande l'amarezza. La Lube rimonta e vince lo scudetto (FOTO)

 

 

Grande delusione per la Sir Safety Conad: la squadra di Bernardi, avanti due a zero subisce il ritorno di una Lube che sciorina la più bella partita nell'ultima gara della stagione. La squadra perugina ha trovato un grande avversario, che dopo aver preso le misure nei primi due set ha vinto con merito. Peccato per la Sir, arrivata forsa con poca tensione a questa partita. Grande riscatto per i tifosi marchigiani, che "vendicano" il selfie dei Sirmaniaci dopo Bari 2018 "invadendo" pacificamente il taraflex a fine match.  La cronaca:

Atanasijevic firma i primi tre punti (ace nel 3-1), ma è il muro a fare la differenza nelle primissime battute ed è 6-2.ll Pala Barton è impressionante, tiepido nel pre partita ma bollente non appena inizia la gara  . Leon firma tre ace consecutivi  e Sir  sul 9-2. Break di due punti Civitanova sul 13-7, interrotto dall'attaco di Bata (14-9). Il servizio fa sempre la differenza, ed è un tira-molla che però non cambia sostanzialmente l'andamento(19-14).Civitanova si riavvicina (21-18) ma Leal si prende un muro di De Cecco, che forse decide il set: la Lube non demorde, annulla tre set point ma è un attacco di Atanasijevic a togliere le castagne dal fuoco a Bernardi (25-22)

Secondo set sulla falsa riga delle prime battute del primo, 3-1 sul servizio di Bata e un muro vincente. Leon firma l'ace del 5-2.  La Lube non riesce a sfruttare un attacco e si prende la murata di Ricci che si ripete subito dopo in primo tempo grazie al servizio di Bata (12-7).De Cecco in secondo tempo fa una magia (14-9), poi Bata sbaglia un attacco praticamente senza muro e la Lube fa il miracolo (14-10). Tra le due squadre c'è sempre un margine di tre quattro punti che la Lube non riesce ad assottigliare. Ci prova Simon a servizio, riuscendo a strappare un break (19-17)  il set torna ad essere apertissimo. Bata subisce a muro,  Lanza attacca  una parallela di precisione  difficilissima (21-19), ma la Lube pareggia murando Podrascanin (21 pari). Un ace di Lanza risulta provvidenziale per la Sir (23-21), quindi la classe di Podrascanin che restituisce il favore e  "mura" Sokolov. Il set lo decide praticamente il servizio di Pippo che chiude con uno strepitoso ace nel tripudio del Pala Barton (25-21).

Si va dunque al terzo set con la Sir avanti 2-0: questa volta è la Lube a partire meglio  (5-10): Atanasijevic è in difficoltà e anche Leon si prende il muro che fa volare la Lube sul più otto (6-14). Non c'è storia, la Sir ha un black out: fatica a servizio non riesce a contrattaccare con la la Lube che ha preso le misure e chiude un parziale senza storia (12-25)

Quarto set: Bata scuote la paura con due ace (3-1), Juantorena pareggia (4 pari): il pubblico prova a trascinare la Sir e un Leon che non riesce a chiudere, cosa che invece fa Sokolov dopo un lungo scambio (4-5). Podrascanin subisce il muro del 5-7, è un momento difficile per la Sir che deve ritrovare la vena delle sue bocche da fuoco (6-9). Anche Leon prova a scuotersi (7-9), poi Lube con l'aiuto del nastro realizza l'ace del 7-11. La Sir non molla e pareggia i conti sul servizio di Podrascanin. Juantorena fa ace dell'11-13  e la tensione è altissima .Il nastro aiuta Leon a servizio (14 pari), che si ritrova a servizio e riporta avanti la Sir in un set non per deboli di cuore. Si gioca punto a punto (19 pari), a Bata viene fischiata la doppia e la Lube vola sul (19-22). Sokolov porta i marchigiani sul 20-24 e l'errore di Leon porta lo scudetto al tie break (21-25).

Lube subito sul 3-0 con Bata murato. Marchigiani scatenati (1-4)  Bata sbaglia due  attacchi e si va al cambio campo sul 3-8. Leon viene murato e la Lube vola verso il tricolore. La Sir prova a reagire ma Leon subisce l'ennesimo muro di una finale da dimenticare che laurea la squadra di De Giorgi Campione d'Italia.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545