Skin ADV

Bisoli carica: "Perugia, ad Avellino con la stessa fame vista al Curi" (LA CONFERENZA)

Bisoli parla in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Avellino (domani, ore 15), partendo dalla lista convocati in cui ci sono due assenze pesanti: "Ardemagni e Rizzo non ci saranno, ieri e oggi non si sono allenati. Per Ardemagni forse si tratta di un principio di pubalgia, per Fabinho vediamo: partiranno Drolé e Jakovlevs”.

Poi il tecnico dirotta sul l'atteggiamento che chiede alla sua squadra “Dovremo essere aggressivi come lo siamo stati contro il Brescia, mettendo in trasferta la stessa mentalità che abbiamo al Curi e cercando di non commettere gli errori del passato. L'unico problema è che non riesco a fare la stessa formazione due volte di fila a causa degli infortuni. L'Avellino è una squadra costruita per fare un grande campionato ma anche loro hanno avuto tanti problemi, soprattutto in difesa. Sarà difficile rivedere una partita come quella contro il Brescia - continua Bisoli - che a Perugia è venuto per giocare. In Serie B purtroppo bisogna andare talvolta a saltare la linea di difesa e attaccare le seconde palle: a volte è una necessità , anche se non è quello che vogliamo”.

Giocare però sempre contando gli assenti non è facile, cambiando sempre si rischia di non trovare l'amalgama necessario ad una squadra. Al Partenio toccherà a Di Carmine sostituire Ardemagni e Bisoli ha comunque fiducia nell'attaccante fiorentino: “Di Carmine si è sempre allenato bene, sta bene e ora tocca a lui sfruttare questa opportunità, senza che necessariamente si senta sotto esame più degli altri. Il Partenio è un campo tosto, dove è sempre difficile portare via punti: per questo che voglio una prestazione importante, vorrei che giocassimo una bella partita per portare via punti".

A centrocampo un dubbio piccolo piccolo: “Zebli e Joss sono in ballottaggio: il primo è più tecnico e bravo dal punto di vista tattico, mentre Joss e più fisico. Vediamo, cercherò di capire se in un eventuale debutto da titolare Joss mi può dare le stesse certezze di Zebli, che ha ha fatto le giovanili all’Inter e ha avuto una crescita più regolare mentre il primo è una sorta di diamante grezzo”. Poi una battuta sibillina sul lungo degente Salifu: “Non lo vedo allenarsi quindi sulle sue condizioni non so dirvi, bisogna che chiediate al medico o alla società, mentre Rizzo invece non ha smaltito del tutto l'affaticamento per la partita con il Brescia. In dubbio c’è anche Fabinho, che ha avuto problemi in settimana e potrebbe partire dalla panchina”. Il candidato numero uno per sostituirlo è Zapata: “Lui è in grande crescita – ha concluso Bisoli - sta facendo un lavoro supplementare dal punto di vista fisico e a me piace molto. Ha sulle gambe la benzina per fare tutta la partita e ora lavoriamo per farlo arrivare ad una condizione tale affinché possa giocare due partite consecutive e averlo al top durante il tour de force di dicembre”.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545