Consauto
nomobile

Calcio

Perugia alla scoperta del Legnago. Le parole di Caserta in conferenza

  • Categoria: Calcio
  • Scritto da Pietro Cuccaro
  • Visite: 258

Alla vigilia della partita con la sorpresa Legnago Salus ha parlato Fabio Caserta. Di seguito le sue dichiarazioni:

"Abbiamo partite ravvicinate e qualche infortunio di troppo. Ma nelle difficoltà dobbiamo cercare di dare qualcosa in più. Sarà una partita difficile contro una squadra imbattuta, che ha fatto molto bene finora. dobbiamo essere molto duttili, pur restando propositivi, anche dal punto di vista tattico, come abbiamo fatto contro la Fermana".

"Moscati mi è piaciuto, ha personalità, sa adattarsi a più ruoli e sarà molto utile anche in virtù della sua esperienza. Valuterò nelle prossime ore se riproporlo in quel ruolo, che non è il suo naturale, ma ha dimostrato di saperlo fare".

"Elia lo conosco e so cosa può dare: certo, se c’è lui a destra il modulo cambia rispetto all’utilizzo di Rosi e Cancellotti. Tendenzialmente mi piace avere un esterno offensivo e un altro più difensivo".

"Mi aspetto una partita molto difficile: il Legnago è la dimostrazione che il calcio si gioca sul campo non sulla carta: è una matricola ma è imbattuta e ha battuto due candidate alla vittoria finale. Giocano bene, corrono dal primo all’ultimo minuto , dobbiamo affrontarli al massimo della concentrazione".

Elia: dribbling, scatti e quella veronica...(VIDEO)

  • Categoria: Calcio
  • Scritto da Marco Taccucci
  • Visite: 216

E’ la bella sopresa di questo inizio di stagione: Salvatore Elia ha giocato, divertito e "deciso" il match contro la Fermana.

In questo video le belle giocate mostrate durante il primo tempo di domenica

Caserta nei guai: infortuni per Burrai, Kouan e Minesso

  • Categoria: Calcio
  • Scritto da Redazione
  • Visite: 618

Il Perugia Calcio ha reso noto che Christian Kouan, nella gara Perugia-Fermana, ha riportato un trauma contusivo distorsivo del ginocchio destro. In giornata saranno eseguiti gli opportuni accertamenti strumentali.

Mattia Minesso e Salvatore Burrai hanno riportato una lesione muscolare di primo grado rispettivamente al bicipite femorale destro (Minesso) e sinistro (Burrai). Entrambi i calciatori hanno iniziato il programma di riabilitazione specifico.

Ufficiale: Andrea Camplone all’Arezzo. Il comunicato del club

  • Categoria: Calcio
  • Scritto da Redazione
  • Visite: 345

 

 

Come anticipato da questo sito la scorsa settimana l‘ex grifone Andrea Camplone è il nuovo allenatore dell’Arezzo.

Questo il comunicato del club toscano che ha scelto l’ex allenatore del Grifo per sostituire mister Potenza, esonerato dopo la sconfitta di Carpi:

La S.S. Arezzo è lieta di annunciare che Andrea Camplone ha firmato con il Cavallino ed è il nuovo allenatore della Prima Squadra.
«Sono molto contento di dare una mano all'Arezzo. Dopo la mia ultima esperienza a Catania, questa per me è una grande sfida. Mi voglio rimettere in discussione e credo che Arezzo sia la piazza giusta per farlo», ha dichiarato Camplone.
Andrea Camplone, classe 1966 originario di Pescara, ex calciatore di Pescara, Perugia, Ancona e Gubbio, nella sua carriera da tecnico iniziata nel 2002 ha allenato, tra le altre, Catania, Cesena, Cavese, Martina Franca, Bari, Benevento, Pescara e Perugia. Durante i tre anni alla guida della squadra umbra, Camplone ha vinto un campionato di Lega Pro nel 2013/14 e una Supercoppa di Lega Pro nel 2014.
Lo staff tecnico di Mister Camplone sarà composto da Maurizio Tacchi (vice allenatore), Marco Onesti (preparatore dei portieri), Salvatore Lalinga (preparatore atletico) e Matteo Bonavolontà (collaboratore).
La S.S. Arezzo intende dare il più caloroso benvenuto a Mister Camplone e a tutto il suo staff.
Martedì 20 ottobre alle ore 15.00 è in programma la conferenza stampa di presentazione di Mister Camplone presso la Sala Stampa dello Stadio "Città di Arezzo"

Riccardo Gaucci si è dimesso dal Floriana (VIDEO)

  • Categoria: Calcio
  • Scritto da Redazione
  • Visite: 1720

Riccardo Gaucci si è dimesso dal Floriana.
La notizia, trapelata nel pomeriggio di domenica, è stata confermata con una conferenza stampa.

Di seguito i passaggi salienti:

"Dopo sei anni vissuti sempre al massimo, mi trovo qui stasera perché ho dovuto fare un passo indietro: ho parlato con la squadra ed ho espresso la mia volontà di non essere più il presidente del Floriana. Non sono più lo stesso. Ci sono delle motivazioni antiche, non sono un pazzo che si sveglia la mattina e prende una decisione così drastica".

"La prima è riferita al progetto stadio, che abbiamo depositato all’autorità di Malta, per cui non abbiamo avuto risposte: tante promesse, tante parole, ma pochi fatti".

"Il secondo motivo è legato alla mia famiglia: le mie figlie sono cresciute, hanno bisogno di me, dopo tanto tempo che le ho trascurate".

"Il terzo motivo è stata l’eliminazione dall’Europa League che mi ha turbato moltissimo: secondo me noi saremmo potuti essere il primo club maltese a entrare nella storia. Il mio grande rammarico è aver permesso alla squadra di giocare la partita di campionato contro lo Gzira... sono convinto che senza quella partita avremmo vinto nei novanta minuti".

"Siamo arrivati a un passo dalla storia, per non far più considerare Malta come un calcio minore. Questo purtroppo non è successo".

"Nel 2014 stavamo lottando per non retrocedere e nel giro di pochi anni siamo riusciti a portare a casa i trofei più importanti, siamo arrivati in Europa League, in Coppa dei Campioni, abbiamo passato un turno europeo e purtroppo abbiamo perso ai rigori, altrimenti saremmo stata la prima squadra maltese ad arrivare alla finale per accedere ai gironi".

I Nostri Programmi