Skin ADV

Bisoli: "Cesena speciale, ambiente puo' farci superare emergenza"

                                                                         Pierpaolo Bisoli nella conferenza stampa di oggi

Un tuffo al cuore ma tanta fame di punti. Questa in sintesi la sfida di domani (ore 15) al Curi contro il Cesena per Pierpaolo Bisoli: "Una partita speciale, perché i sentimenti mi dicono che Cesena resterà sempre una parentesi indimenticabile per me, con tre promozioni (una in A e due in B, ndr) in quattro stagioni - ha detto il tecnico del Perugia nella consueta conferenza stampa della vigilia -. Quella bianconera è una piazza che mi è rimasta nel cuore ma metterò i sentimenti da parte.

Ora ho preso a cuore anche il Grifo e vorrei ricreare lo stesso binomio qui, ma con la fretta non si va da nessuna parte: serve pazienza. Vogliamo ripartire dopo l'immeritata sconfitta di La Spezia, dove comunque ho visto una grande prestazione dei miei ragazzi sia a livello tecnico che tattico". A rendere più difficile la missione due indisponibilità pesanti: "Non avremo Rossi, che verrà sostituio da Comotto nel ruolo di terzino sinistro, né Salifu che starà fuori 20-25 giorni per un problema muscolare. Peccato perché martedì lo stavo sostituendo prima che ai facesse male.

Chi giocherà al suo posto? Vediamo, potrei mettere un giovane o giocare a tre con Spinazzola o Lanzafame mezzala.

Saremo un po' in emergenza ma non mi piango addosso, l'ambiente ci aiuterà e sono sicuro che ripeteremo grande prestazione di La Spezia e che riusciremo a far girare la fortuna dalla nostra parte. Oltretutto rientrano Filipe e Alhassan per la panchina".

Bisoli inoltre non a drammi per i soli 4 punti raccolti in 4 gare: "Ho sentito parlare di ultima spiaggia e mi sembra assurdo perché la B è una maratona, la classifica non mi interessa ora ma a maggio. Abbiamo la seconda miglior difesa e sarebbe bastato un gol per avere due punti in più. Sarei preoccupato se la squadra non creasse occasioni e invece al Picco si è visto il contrario, così come con il Crotone che ha fatto quattro gol al Bari e che noi abbiamo costretto a chiudersi nella propria metà campo pur raccogliendo un solo punto".

Poi si parla del modulo: "A me interessa la prestazione e in queste prine gare ho sempre visto la squadra fre quanto provato in settimana, questo è un buon segno: significa che la strada intrapresa nel nostro percorso di crescita è quella giusta. Le critiche? Ci stanno ma io mi metto il paraorecchie e il paraocchi e vado avanti". Bisoli parla poi del Cesena, che conosce bene:

"La chiave tattica? Togliere loro la palla il prima possibile E non concedere spazi, perché i bianconeri sono devastanti se creano superiorità numerica, abbinando corsa e qualità". Chiusura sulla formazione: "Siamo alla terza gara in una settimana e dunque potrei lanciare anche qualche baby che magari è in condizioni fisiche migliori di altri. Rizzo? Lui giocherà di certo, perché anche se spende molte energie in partita è uno che recupera facilmente.

Lanzafame? Sta facendo un grande campionato, gli sto chiededo grande sacrificio e per questo ha 65-70' di autonomia. Mi dicevano che è uno che si allena poco e invece bisogna fermarlo. Rispetto ai compiti che gli davo in ritiro gli manca la giocata che gli faccia saltare l'uomo per andare al tiro, ma perché gli sto chiedendo di aiutare la squadra anche in fase difensiva.

Belmonte? Ha fatto due gare molto buone, la seconda ancora meglio perché la squadra ha giocato bene e tenuto spesso palla, quindi è stato meno impegnato. Stavolta i ritmi non saranno ritmi altissimi perché sarà la terza gara in sette giorni anche per loro, e lui con la sua esperienza saprà gestire le energie e le situazioni.

Parigini? Al Picco ha patito un po' il fatto di partire dall'inizio, sia per caratteristiche sia perché ha saltato la preparazione, ma per valorizzarlo bisogna farlo giocare: è un patrimonio del calcio italiano.

Chi non ha fatto la preparazione, fodamentale in un torneo così lungo e con diversi turni infrasettimanali, sta soffrendo un po'. Dovrò essere bravo io a farli recuperare in allenamento e dando loro il giusto minutaggio in partita"

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545